I TENTATIVI E LE RIFORME DAL 1983 AI GIORNI NOSTRI

Bicamerale Bozzi (1983-1985)

  • Diminuzione dei parlamentari 
  • Riordino dei principi fondamentali delle leggi cornice, statuti regionali, conversione di decreti legge ed autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali gestiti da parte delle due Camere.
  • Per altre leggi, la funzione legislativa è esercitata dalla sola Camera, salvo la possibilità per il Governo o per un terzo dei senatori di richiedere entro 15 giorni dall'approvazione che il progetto sia esaminato anche dal Senato.

Il concreto avvio dell'esame parlamentare dei progetti riguardanti i temi e le proposte oggetto dei lavori dei Comitati e della Commissione bicamerale era però sostanzialmente rimesso all'iniziativa dei gruppi politici che non raggiunsero un sufficiente accordo in merito.

 

Bicamerale De Mita-Iotti (1993-1994)

  • Proposta di riforma della forma di governo con evidenti assonanze al sistema tedesco con maggiori poteri al l'esecutivo.

Tale riforma, presentata l'11 gennaio 1994 alle Presidenze delle due Camere, venne accantonata con lo scioglimento anticipato della legislatura avvenuto cinque giorni dopo.

 

Bicamerale D'Alema (1997)

  • Si raggiunse l'intesa per una repubblica semipresidenziale e una legge elettorale a doppio turno di coalizione.

Anche questa bicamerale naufragò per Berlusconi che si attribuì il merito di avere evitato delle cattive riforme. 

 

Dopo le esperienze del 1993 e del 1997 la classe politica italiana prese quindi coscienza del fatto che la via delle Commissioni bicamerali non si era dimostrata la migliore da percorrere per apportare importanti modifiche al testo costituzionale.

 

La Legge costituzionale 3/2001 - Commissione D'Alema - (Revisione della Costituzione approvata con i soli voti della maggioranza parlamentare, senza cercare larghe intese all'interno delle forze politiche).

  • Il voto degli italiani all'estero e le pari opportunità fra i due sessi.
  • Principi del giusto processo fino alle disposizioni riguardanti l'autonomia regionale.

 

Riforma Lorenzago - (Revisione della Costituzione approvata con i soli voti della maggioranza parlamentare, senza cercare larghe intese all'interno delle forze politiche)

  • Il testo approvato dal Parlamento modificava: la forma di governo, la struttura del parlamento, la forma dello Stato, i rapporti fra lo Stato e le venti Regioni italiane e inoltre rivedeva in maniera importante i poteri e le funzioni degli organi di garanzia. 

La legge oggetto di voto popolare fu respinta dagli elettori.

 

La legge costituzionale 1/2012 

Introduzione del principio del pareggio di bilancio (fiscal compact) nella Carta costituzionale.

 

 

Proposte di modifica testo costituzionale 

 

29/05/2013 SEL presenta una mozione, sottoscritta da molti deputati, per adeguare il testo costituzionale, per permettere al Parlamento di affrontare le questioni istituzionali più urgenti attraverso interventi mirati e limitati alla seconda parte della Costituzione, quali:

  • riduzione del numero dei deputati e dei senatori; 
  • il superamento del bicameralismo perfetto; 
  • l’obbligatorietà dell’esame e del voto in tempi certi delle proposte di legge d’iniziativa popolare; 
  • l’introduzione di limiti più rigidi all’uso della decretazione d’urgenza da parte del Governo; 
  • la modifica del Titolo V (ridefinendo i criteri di ripartizione delle materie tra Stato e Regioni, introducendo la cosiddetta «clausola di supremazia« a favore dello Stato); l’attribuzione del potere di istituire commissioni di inchiesta alle minoranze parlamentari; 
  • la sottrazione alle Camere del contenzioso sulle elezioni.

 

 

8/05/2014 Il documento votato al XVII Congresso di Rimini della CGIL riportava questi punti:

  • Superamento del bicameralismo perfetto con l'isittuzione di una camera rappresentativa delle Regioni e delle Autonomie Locali;
  • Riordino delle competenze di Stato e regioni disciplinate dall'art. 117 della Carta  riportando a competenza esclusiva statale alcune materie oggi di legislazione concorrente e rafforzando la funzione regolatrice nazionale, sia in tema di garanzia diu livelli essenziali delle prestazioni sociali sia in tema di esercizio delle materie concorrenti;
  • Approvare una legge nazionale sulle forme della democrazia partecipativa e una riforma dell'istituto referendario che introduca il quorum mobile (legato all'affluenza registrata nell'ultima elezione dell'organismo che ha legiferato.

 

La demagogia ed il populismo sono utili per ottenere consensi elettorali facendo leva sui malumori e le rivendicazioni, anche irragionevoli ma costituisco il principale ostacolo alla soluzione dei problemi dei cittadini.

 

Giachetti Sindaco e Rosi Presidente

Il bilancio di una tormentata stagione

Siamo all'epilogo di questa consigliatura e un bilancio consultivo è d'obbligo. Nonostante i molteplici problemi che hanno distratto la mia attenzione dal consueto impegno profuso in questi anni, come Consigliere ho prodotto diversi atti di indirizzo, segnalato e risolto diverse situazioni emergenziali, consapevole che si poteva fare meglio e di più. Spero che nel prossimo futuro si intervenga sul ruolo dei Municipi perché cosi, come strutturati, non garantiscono una governabilità efficiente ... è impensabile amministrare Roma dal Campidoglio.

Atti presentati e al Consiglio del Municipio Roma 5

1 - Procedura di sponsorizzazione/collaborazione per l’abbellimento e la manutenzione di spazi urbani ricadenti nel Municipio Roma 5;
2 - Utilizzo diretto di lavoratori posti in cassa integrazione straordinaria o in mobilità indennizzata, ad incremento/supporto dei servizi di manutenzione nei municipi di residenza;
3- Istituzione della casa dello sport a Villa Gordiani;
4 - installazione di segnaletica turistica per le catacombe dei SS Marcellino e Pietro;
5 - Un servizio per il territorio, il “Centro Cinofilo;
6 - Erba infestante sui marciapiedi del Municipio Roma 5;
7 - Fumi tossici, combustione illecita di rifiuti a Tor Sapienza;
8 - Sicurezza nel parco di Centocelle;
9 - Degrado a via degli Olmi a ridosso dell’Acquedotto Alessandrino;
10 - Nuovi locali al Centro Sociale Anziani “A. Marcolini”;
11 - Rimodulazione interventi compensativi Metro C inerenti il parcheggio multipiano interrato della stazione Teano;
12 - Revisione della convenzione per l’affidamento della custodia, della pulizia e della gestione dei luoghi comuni del mercato domenicale di p.le Pino Pascali;
13 - Funzioni civili a Villa De Sanctis;
14- Verifica rischio crolli e sgombero insediamento abusivo Casale Somaini;
15 - Istituzione del il Telelavoro;
16 - Regolarizzazione dell’area ludica della giostra per l'infanzia di viale della Primavera;
17 - Trasporto scolastico disabili;
18 - Messa in sicurezza dell’asse viario viale della Primavera - via Tor de Schiavi;
19 - Istituzione “zone 30”;
20 - Rottamatore m.c.r. s.r.l. – via dei Gordiani 30;
21 - Istituzione della consulta dell'handicap nel Municipio Roma 5;
22 - Riqualificazione e consolidamento del giardino le Muse e dell’area giochi di Villa De Sanctis;
23 - Un servizio di riciclo e riuso nel Municipio Roma 5.

ROMA 2016                                        GIACHETTI SINDACO

Roberto Giachetti "Ho condiviso dal '93 con Francesco Rutelli l’esperienza amministrativa al Comune di Roma, come Capo della sua Segreteria e Capo di Gabinetto fino al 2001 e dalla Procura di Roma non ho ricevuto neanche un biglietto di auguri"

Alcune opere realizzate dal Comune di Roma con i fondi speciali per il Giubileo, gestiti dall'Amministrazione Rutelli:
la risistemazione dei Musei Capitolini;
la Galleria Pasa che attraversa il Gianicolo con il parcheggio per i pullman annesso;
Il sottovia di Ponte Vittorio;
130 le piazze costruite ex novo o risanate con il programma "100 piazze";
La valorizzazione di via dei Fori Imperiali;
Il nuovo centro Agroalimentare a Lunghezza;
La linea tram n 8;
La linea A della metropolitana viene prolungata fino a via Mattia Battistini;
Il Museo Scuderie del Quirinale (di competenza del Ministero dei Beni Culturali);
la Centrale Montemartini;
Il Macro;
L'Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano;
Il Museo dell'Ara Pacis dell'architetto Richard Meier;
La Galleria Giovanni XXIII, un tunnel stradale che unisce la zona del Ministero degli Affari Esteri con Pineta Sacchetti e Trionfale;
Ampliati a cura dell'ANAS il Grande Raccordo Anulare e l'autostrada Roma-Fiumicino;
Riqualificata a cura di una società del gruppo delle FS la Stazione Termini ed è raddoppiata dalle FS il tratto dalla stazione di San Pietro a Bracciano della linea Roma-Viterbo.

SEGNALATE I DISSERVIZI

Per rendere più agevole le segnalazione e la programmazione di alcuni interventi di pubblica utilità, vogliate segnalarmi:

1 - I pali di Illuminazione Pubblica non funzionanti, segnalando n. di palo, via e n. civico corrispondente;
2 - Auto lasciate in evidente stato di abbandono, segnalando tipo, targa, via e n. civico corrispondente;
3 - Parapedoni divelti e/o bisognosi di interventi di manutenzione, segnalando via e n. civico corrispondente;

4 - Segnaletica orizzontale (strisce pedonali, parcheggi per portatori di handicap etc)
5 - Altre segnalazioni di intervento, che provvederò a girare ai colleghi competenti.

Mi trovi .....

Comunicato Stampa

 

Roma, 1 giugno – Inizieranno questa settimana i lavori di rifacimento dei marciapiedi di tutta via Marcianise.

L’opera prevede anche l’abbattimento delle barriere architettoniche e la creazione dei percorsi per non vedenti.

Per l’ultimazione dei lavori serviranno circa 30 giorni, ma la viabilità non sarà interdetta.

A seguire, i lavori interesseranno via Braccio da Montone nella quale verrà rifatta l’intera sede stradale.

Infine verrà aperto in via Rinaldo Rigola un secondo ingresso per la scuola elementare “G.B.Valente”.

L’appalto che comprende questa serie di interventi era fermo da anni a causa del patto di stabilità, l’approvazione del progetto esecutivo, infatti, risale a dicembre del 2010, ma grazie alle insistenze del Municipio, i fondi sono stati finalmente sbloccati; la base d’asta partiva da € 230,841.00 ed è stata aggiudicata con il ribasso del 45%.

 

Auguri

Situazione criticità delle cavità a Villa De Sanctis

Situazione criticità delle cavità a Villa De Sanctis

L'IMPIANTO SPORTIVO DI VIA TORRE ANNUNZIATA .... una lunga storia.

Tutto inizia da un'intuizione dello scomparso Beniamino, quello di dotare un quartiere del Municipio di una struttura sportiva per gli impegni agonistici delle nostre squadre di basket e di pallavolo che sono costrette a migrare in altri quartieri per le gare di campionato. La location scelta è il cortile degradato (lo è ancora oggi) della scuola Balzani dove il Consiglio di Circolo e la sua Direttrice danno il consenso alla realizzazione, ma una poco lungimirante maestrina dice che la struttura oscurerebbe il corridoio della materna e come potrà fare lezione? Il Consiglio di Circolo (cambiato nel frattempo per scadenza del mandato) e la sua Direttrice impongono il trasferimento in altro loco. Dimenticavo di dire che il finanziamento è stato fortemente voluto dal sottoscritto, sostenuto da Enzo Puro e promosso dall'allora Consigliere Comunale Enzo Foschi ... un dettaglio, se vogliamo. Andiamo avanti: per non tradire le aspettative dell'ormai scomparso Beniamino, identifichiamo l'IPSIA Europa come luogo ospitante la struttura ma dopo il disbrigo di tutti gli atti burocratici per iniziare i lavori arriva un'altra tegola, la Metro C in quel contesto deve realizzare un pozzo di areazione. Ci trasferiamo nel cortile del Levi Civita e tra proprietà della Provincia e gestione dell'opera con i finanziamenti Comunali, inizia un lungo iter burocratico per sistemare le carte. Chiusa la parte istruttoria la ditta vincitrice del bando Europeo, la Sartori di Padova, provvede alla progettazione e alla realizzazione della struttura sportiva. Nel frattempo chiedemmo e ricevemmo un ulteriore stanziamento dal Comune di Roma per opere propedeutiche alla struttura stessa. La Sartori sottovaluta l'umidità del terreno e la pavimentazione salta in più occasioni, naturalmente questi difetti di progettazione e di realizzazione non ci costeranno in termini economici, l'impresa deve consegnarci l'impianto realizzato ad opera d'arte e a questo punto, speriamo nel minor tempo possibile. Tutto iniziò nel 2004 e le varie vicissitudini alzarono l'asticella ai giorni nostri, vuoi per l'ottusità della "maestrina" e di chi, della parte politica, l'ha assecondata. Gli accordi con gli istituti delle superiori sono scolpiti nelle carte, la/le associazioni sportive del territorio, vincitori/rici del bando di assegnazione, dovranno garantire la custodia e la guardiania della struttura nelle ore antimeridiane utilizzate dalle scuole (per garantire il bene pubblico) per poi realizzarci le proprie attività come recita la Direttiva n. 8 del 28.06.2012 della Giunta Municipale. La mia amarezza per questa triste e martoriata vicenda è grande quanto la mancata opportunità di utilizzare una struttura sportiva per oltre un decennio. Quello che mi rallegra è che finalmente sarà intitolata ad un grande protagonista dello sport municipale, Beniamino Scarinci.

Al via i lavori di riqualificazione del giardino di l.go Preneste

Il Servizio Manutenzione Urbana del Municipio Roma V ha elaborato un progetto per restituire decoro al quadrante di Largo Preneste trasformandolo nel contempo in un luogo d’incontro. Il 13 gennaio sono partiti i lavori di riqualificazione dell’area verde che prevedono il rinnovamento all’interno di spazi definiti, un percorso pedonale e un piazzale pavimentato come ritrovo sociale.

Verranno installate panchine in legno e ghisa, panche in muratura, cestini portarifiuti, portabiciclette in acciaio e una fontanella centrale. Lo spazio giochi presente nell'area verrà temporaneamente chiuso per salvaguardare l'incolumità dei bambini. Per rendere più agevole l’accesso ai cittadini verrà creato un ulteriore ingresso dal lato di via Prenestina e una rampa sul piazzale. Sarà inoltre realizzato un sistema di illuminazione per valorizzare il Colombario romano del II secolo presente nella piazza.


L’Ufficio Tecnico del Municipio prevede la consegna dell’area per l’inizio dell’estate, dopo un percorso durato molti anni.

PROPOSTA DI DELIBERA, Proponente il Cons. Massimo Piccardi - Progetto di sviluppo economico e produttivo locale denominato “RECYCLE” Il riuso nel Municipio V

L’utilità ambientale rappresentata dalla minor produzione di rifiuti, uniti ai benefici sociali rappresentati dallo sviluppo dell’occupazione giovanile, produce una contrazione del disagio social

Premesso che la nuova Direttiva europea sui rifiuti (2008/98 CE) rappresenta una spinta alla gestione del riutilizzo. La normativa stabilisce misure volte a proteggere l’ambiente e la salute delle persone, a prevenire e a ridurre la produzione dei rifiuti e a migliorarne la gestione.

Che secondo la direttiva tre sono le fasi per una buona gestione dei rifiuti: Prevenzione, raccolta, trattamento e riuso.

Che per "prevenzione" si intendono tutte le misure prese prima che una sostanza, un materiale o un prodotto diventi un rifiuto insieme alle azioni tese a ridurre l'uso di materie ed energia per produrre beni. Ad esempio, se si promuovono la comunicazione non cartacea, l’uso collettivo dei servizi, l’uso alimentare dell'acqua di rubinetto diminuiranno di conseguenza l’uso della carta, il numero degli elettrodomestici e i rifiuti delle loro dismissioni, le bottiglie.

 

Considerato che viene definita “riutilizzo” qualsiasi azione attraverso la quale prodotti o componenti che non sono rifiuti sono reimpiegati per la stessa finalità per la quale erano stati concepiti.

La Direttiva europea inserisce la “preparazione per il riutilizzo” al secondo posto nella gerarchia di gestione dei rifiuti, dopo la prevenzione e prima del riciclaggio. Questo significa che: intercettazione, raccolta, bonifica, aggiustaggio, lavaggio, abbellimento, riuso di un bene, sono tutte parti della gestione dei rifiuti, in quanto “preparazione per il riutilizzo".

Si apre, in tal modo, una nuova strada che vede in prevenzione, riuso e recupero di materia le vere priorità.

Il dispositivo dell’articolo 29 comma 16 della Direttiva europea sui rifiuti (2008/98 CE)  orienta verso l’obiettivo che si vuole raggiungere: Promozione del riutilizzo e/o della riparazione di determinati prodotti scartati, o loro componenti in particolare attraverso misure educative, economiche, logistiche o altro, ad esempio il sostegno o la creazione di centri e reti accreditati di riparazione/riutilizzo, specialmente in regioni densamente popolate.

Che i benefici ambientali rappresentati dalla minor produzione di rifiuti uniti con i benefici sociali rappresentati dallo sviluppo dell’occupazione giovanile, producono una contrazione del disagio sociale e la creazione di un mercato dei beni ri-usati a costi più sostenibili.

Il progetto nasce con l’obiettivo di prolungare la vita di oggetti troppo spesso gettati ancora buoni ma passati magari di moda e  allo steso tempo nasce per promuovere forme di consumo più consapevole e sostenibile di riuso creativo.

A tale scopo  si ravvisa la necessità di  realizzare all’interno di un immobile di proprietà comunale ubicato nel territorio del Municipio Roma V  un centro di raccolta di alcuni beni durevoli come l’abbigliamento, la mobilia e gli oggetti di arredamento; un luogo dove dare nuova vita agli oggetti riciclati, un laboratorio ed un emporio dove i materiali e gli oggetti vengono  trasformati.

Al fine di dare attuazione  a tale progetto si rende indispensabile predisporre un avviso pubblico per verificare adesioni e interesse da parte dei giovani disoccupati o di tutti coloro che ne hanno interesse.

Auguri di Buon Natale e per un Felice Anno Nuovo

Dichiarazione patrimoniale e curriculum 2013

Comm. Speciale Territorio - Relazione attività

FUMI TOSSICI A TOR SAPIENZA

Questa è la bozza di risoluzione che discuteremo martedi 14/10/2014  in Commissione per poi, nei giorni immediatamente successivi, la presenterò in Consiglio.

RISOLUZIONE PICCARDI

Puliamo il mondo - Domenica 28/09/2014

In occasione della giornata internazionale Clean Up the World – Puliamo il Mondo e del 2° Cleaning Day Nazionale i volontari del Circolo Legambiente Circolo Città Futura, RetakeRoma e le Associazioni 100 Zampe e Amici di Iqbal Masih svolgeranno un'azione simbolica e concreta al tempo stesso.

Si inizierà la mattina alle 10,00 al Parco Teoli dove l'associazione 100 zampe ha creato un'area cani; da lì ci si sposterà sulle strade del quartiere per renderle più decorose e vivibili.

A seguire l'attenzione dei volontari sarà rivolta alla Luna, simbolo del Parco di Villa De Sanctis, per rimuovere le tag che deturpano una delle opere che dovrebbe abbellire l'area.

Alle 18,30 si tornerà a Parco Teoli per il gran finale con l'inaugurazione ufficiale dell'area 100 Zampe alla presenza anche delle Istituzioni Municipali.

BALZANI - inizia l'anno scolastico con una grande novità

L'autodemolitore MCR di via dei Gordiani è finalmente CHIUSO. Sottoposto a sequestro giudiziario su mandato della Provincia di Roma e di Roma Capitale per aver operato senza le necessarie autorizzazioni per il recupero di materiali ferrosi (gli atti consiliari da me proposti hanno avuto il giusto effetto).

Una metafora e in modo scherzoso una storia: la nascita di un bambino Down

SEGNALATE I DISSERVIZI

Per rendere più agevole le segnalazione e la programmazione di alcuni interventi di pubblica utilità, vogliate segnalarmi:

1 - I pali di Illuminazione Pubblica non funzionanti, segnalando n. di palo, via e n. civico corrispondente;
2 - Auto lasciate in evidente stato di abbandono, segnalando tipo, targa, via e n. civico corrispondente;
3 - Parapedoni divelti e/o bisognosi di interventi di manutenzione, segnalando via e n. civico corrispondente;

4 - Segnaletica orizzontale (strisce pedonali, parcheggi per portatori di handicap etc)
5 - Altre segnalazioni di intervento, che provvederò a girare agli uffici competenti.

Inviando un'e-mail all'indirizzo: massimo.piccardi@comune.roma.it

Importanti interventi strutturali per il Municipio Roma 5

Un risultato importante. Arrivano risorse per il nostro Municipio grazie alla RIMODULAZIONE FONDI LEGGE ROMA CAPITALE: Sistemazione Villa Gordiani e restauro Mausoleo: 950.000 Euro, Valorizzazione ville romane Parco di Centocelle: 1.300.000 Euro, Consolidamento cavità sottostanti largo Terme Gordiane – via Albona: 1.473.181 Euro, Costruzione collettore Marranella II-III, raddoppio via di Portonaccio: 3.000.000 Euro, Cofinanziamento Prenestina bis: 4.733.874 Euro

Il Municipio 5 ricerca sponsorizzazioni per interventi di riqualificazione di aree verdi pubbliche

Negli ultimi anni, l’azione della Pubblica Amministrazione ha notevolmente risentito degli effetti di una difficile situazione economica complessiva, le ristrettezze economiche finanziarie e le limitate risorse umane non consentono di attivare un soddisfacente programma di interventi manutentivi finalizzati a conservare le aree nelle condizioni migliori per la piena fruibilità della collettività e non è certo passato inosservato lo stato e la tenuta dei giardini, del verde pubblico e dei spazi urbani del Municipio Roma 5.


La Delibera approvata all’unanimità dal Consiglio del Municipio Roma 5, su proposta del Consigliere Massimo Piccardi, apre la strada ad interventi a costo “zero” per l’Amministrazione Pubblica con l’obiettivo di mantenere e consolidare la qualità urbana del territorio senza modificare la natura di superficie pubblica accessibile a tutti.


Da oggi, con la pubblicazione dell’avviso pubblico per la ricerca di sponsor, singoli cittadini, associazioni, cooperative sociali, comitati di quartiere, condomini, imprese pubbliche e private, possono presentare proposte per prendersi cura di parchi, giardini, aiuole, di rotonde e spartitraffico, aree giochi e aree cani oltre a piazze e piccoli spazi urbani in cambio del ritorno d’immagine (pubblicità).


“Questo importante strumento - afferma il consigliere Massimo Piccardi – oltre a recuperare dei spazi pubblici e a sensibilizzare al rispetto dell'ambiente, intende promuovere e rilanciare ogni genere di realtà presente sul territorio, valorizzandone l’immagine.”

 


 

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW635497&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

 

 


Buona Pasqua
a chi ancora spera,
a chi crede che Domani sarà migliore,
a chi non lascia infrangere i sogni,
a chi porta la Pace nel cuore.

Le catacombe dei Santi Marcellino e Pietro aperte nei fine settimana

Le Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro, dopo il 13 aprile, ogni sabato e domenica saranno aperte al pubblico.

PER INFO RIVOLGERSI A : Parrocchia Santi Marcellino e Pietro Ad duas lauros _ Via Casilina 641, 00177 Roma _ tel. e fax 06.2419446

ROMA 26/02/2014 - APPROVATA ALL’UNANIMITA’
DALL’ASSEMBLEA CAPITOLINA LA MOZIONE PER REVOCARE L’AUTORIZZAZIONE ALL’AUTODEMOLITORE
MCR s.r.l. SU VIA GORDIANI

 



Grazie all'impegno del consigliere del V Municipio, Massimo Piccardi l'Assamblea Capitolina ha portato avanti questa battaglia e abbiamo vinto! Ieri è stata approvata in consiglio comunale la mozione per delocalizzare l'autodemolitore di via Gordiani. Dall'assemblea capitolina è arrivato un segnale chiaro per riportare sicurezza e decoro in un'area ormai da troppo tempo dimenticata. A questo punto il sindaco come delegato all'emergenza traffico e per la delocalizzazione dei centri di rottamazione, deve far seguito alla volontà del consiglio comunale che oggi si è espresso peraltro all'unanimità.



"Dopo la revoca dell'autorizzazione al recupero di materiali ferrosi, a seguito della risoluzione del Municipio V da me presentata, un'altro importante passo in avanti verso la soluzione del problema che affligge da anni la scuola Balzani e il quartiere Villa De Sanctis - dichiara il Cons. MASSIMO PICCARDI del Municipio Roma V - L'Assemblea Capitolina si esprime favorevolmente alla revoca dell'autorizzazione al trattamento dei rottami da me sollecitata. Ringrazio i genitori degli alunni della scuola Balzani, il Comitato Genitori e il CdQ Villa De Sanctis  che mi sono vicini in questa battaglia per la difesa della salute pubblica.

BUON ANNO

A CHI NON SI ARRENDE,

A CHI NON SMETTE DI LOTTARE,

A CHI NON SMETTE DI SOGNARE!

PERCHE' IL MEGLIO .... DEVE ANCORA VENIRE!!!

  • Telelavoro, sì del consiglio municipale alla proposta di Piccardi


  • I vecchi Casali del Parco Somaini dovranno essere sgomberati e messi in sicurezza


  • Urge trasparenza sulle aree verdi date in concessione nel V municipio


vai alla Rassegna stampa

 


La mia dichiarazione patrimoniale

Tessere elettorali esaurite, deteriorate, rubate, smarrite: le nuove subito nei Municipi

Roma, 11 aprile – In vista delle prossime Elezioni Comunali e Municipali del 26 e 27 maggio, l’Ufficio Elettorale comunica: chi ha la tessera elettorale con le caselle esaurite (quelle dove viene registrato il voto) può ottenere immediatamente una nuova tessera nel Municipio di appartenenza, senza bisogno di recarsi all’ufficio centrale dell’Eur. Basta andare allo sportello anagrafico e mostrare la vecchia tessera e un proprio documento d’identità valido. Si può anche mandare una persona delegata, munita di delega in carta semplice e di un documento originale del delegante (oltre a un proprio documento).

 

Stessa opportunità – avere una nuova tessera al Municipio – in caso di tessera deteriorata, rubata o smarrita. Per furto o smarrimento, inoltre, orala denuncia si può fare direttamente allo sportello municipale, senza andare da Polizia o Carabinieri (ricordando sempre le conseguenze penali in caso di dichiarazione falsa). Analoghe le modalità: se la tessera si è deteriorata va esibita allo sportello e occorre portare un documento d’identità. Per la delega, in questi casi il delegato dev’essere un familiare convivente, sempre munito di delega in carta semplice, documento originale del delegante e documento proprio.

 

Restano invece pienamente valide e utilizzabili le tessere che abbiano ancora caselle di registrazione in bianco, indipendentemente dal fatto che il numero del Municipio sia quello vecchio, precedente all’accorpamento dei Municipi di Roma Capitale.

L’Ufficio Elettorale invita i cittadini a servirsi al più presto degli sportelli municipali per evitare le code dell’ultim’ora, a ridosso del voto di fine maggio. Tutto sulle tessere elettorali nella scheda.

 

Commenti

Non sono ancora stati effettuati inserimenti.
Inserisci il codice
* Campi obbligatori

 

 

 

 

 

 

PER UN MIGLIOR MUNICIPIO

 

Sostituzione del guard-rail a via Belmonte Castello;

Nuove alberature a l.go S.Gerardo Maiella, via della Marranella e via della Serenissima;

Sistemazione aiuole via Torpignattara;

Riqualificazione dei marciapiedi a via di Torpignattara;

Nuova recinzione al giardino Camilli

 

Autodemolitore MCR di via dei Gordiani 30 - La svolta

Proprio ieri è arrivata la risposta dell'ARPA Lazio al nostro atto di Giunta Municipale che richiedeva il  monitoraggio e la regolarità dell’impianto di autodemolizione della società MCR di via dei Gordiani.

L'ARPA ci comunica che la Provincia di Roma ha diffidato la società MCR di operare per mancanza dei requisiti richiesti (di seguito si possono prendere visione dei dispositivi).

E proprio oggi ho invitato il Comando della Polizia di Roma Capitale del VI Gruppo affinchè intervengano per quanto di competenza.

Auspico un intervento risolutivo che metta la parola fine a questa annosa situazione.

Scrivi un commento

Commenti

  • claudio (sabato, 19. gennaio 2013 19:52)

    bravo sei lunico che si interessa nel nostro quartiere: Si potrebbe segnalare una maggiore pulizia lungo i marciapiedi e far togliere il fango sotto ai cassoni di via R: Balzani 64 far ogni tanto
    potare la siepe. Grazie

Inserisci il codice
* Campi obbligatori

LA NEWSLETTER DEL TUO QUARTIERE

NON LO FA ALEMANNO ... LO FACCIAMO NOI. CHIUDIAMO IL PARCO

IL SERVIZIO DI CHIUSURA NELLE ORE NOTTURNE E' ATTIVATO CON PROPRIE RISORSE DAL MUNICIPIO ROMA 6 ED E' GARANTITO DALL’ASSOCIAZIONE “GUARDIA NAZIONALE AMBIENTALE” IN VIA SPERIMENTALE DAL 26 NOVEMBRE 2012

La salute degli alunni della scuola Balzani e il rottamatore MCR di via dei Gordiani sono incompatibili

IL COSTO DELLA POLITICA E LA MIA BUSTA PAGA DA ASSESSORE

Quando si parla dei costi della politica si pensa sempre agli stipendi dei parlamentari, a quello dei consiglieri regionali, ai vari benefit e vitalizi. Degli stipendi dei politici a livello locale anche se amministrano territori di 120.000 abitanti non si parla mai o molto poco.

Come Assessore Municipale, mantenendo il mio posto di lavoro presso il Ministero della Giustizia, ho diritto ad un indennità al 50% e arrivo a percepire poco più di 800 euro al mese.

L'impegno è full-time.

Sono in ufficio tutti i giorni, più o meno dalle 8.30 fino alle 17.00 minimo, non timbro il cartellino, nessuno mi controlla, ma l’impegno nelle Giunte, dove avvengo scelte per i cittadini e il territorio, è fondamentale.

Prima e dopo “l’orario in ufficio”, sopralluoghi e riunioni Istituzionali o politiche, i fine settimana, come per il Presidente e  i miei colleghi assessori, sono spesso impegnato a partecipare ad iniziative che si svolgono nel Municipio.

Questa premessa è doverosa, gli strumenti di trasparenza non sono mai eccessivi e considero il mio impegno in Giunta generosamente ricompensato, sia nell’aspetto retributivo che in quello più importante ….. il rapporto con i cittadini. Non credo che il mondo possa essere migliorato se non da persone dotate di passione per quello che fanno.

Commenti

Inserisci il codice
* Campi obbligatori
  • gianni (giovedì, 02. ottobre 2014 10:50)

    Sempre impeccabile

  • stefano (martedì, 20. novembre 2012 12:02)

    Il mio e' un commento a carattere generale anche se e' opportuno scriverlo in questa sezione in quanto credo che cio' di cui ha piu' bisogno la politica in questo momento sia proprio la trasparenza e
    quindi la credibilita' . Ci conosciamo da anni e su questo non ho dubbi così come non ho dubbi sul tuo impegno per migliorare il quartiere. In bocca al lupo per il sito e complimenti per l'idea .

  • Antonio Ceccarelli (mercoledì, 14. novembre 2012 17:45)

    Ho avuto modo di vederla all'opera mentre spazzava la neve a largo S. G. Maiella. Bravo assessore